Biografia

Enrico Depetris realizza in prevalenza ritratti, chiaramente scevri da qualsivoglia intento legato alla connotazione fisiognomica dei soggetti, ma tendenti ad astrarne caratteristiche e attributi. Non vi sono distinzioni significative fra conoscenti e personaggi fittizzi, questi ultimi spesso ripresi dai manifesti pubblicitari dismessi. Le campiture di colore sono piatte e i contrasti forti, accentuati da contorni sempre netti e ben definiti. Depetris è solito ricorrere all’uso di tempere e acrilici prevalentemente su cartone, legno o altri materiali di recupero. Dal 1991 frequenta la cooperativa Le Nuvole di Saluzzo, ma la produzione più copiosa risale ai primi anni Duemila e da allora continua alternando periodi di inattività ad altri più produttivi. Le sue opere sono state esposte in varie mostre fra cui una personale nel 2002 realizzata in collaborazione con Sensibili alle foglie, la collettiva “Non ti sembro Tony Musante io?” presso Santa Maria del Monastero a Manta (CN) nel 2003, “I giorni della transumanza, 23 poeti e artisti” nel 2009, “Trailer” presso InGenio ArteContemporanea (Torino) nel 2015 e nella mostra “Art Ribel” presso la Castiglia di Saluzzo nel 2016.